www.mat2020.com

www.mat2020.com
Cliccare sull’immagine per accedere a MAT2020

lunedì 31 ottobre 2016

FATAL DESTINITY-“PALINDROMIA”, di Andrea Pintelli


FATAL DESTINITY-“PALINDROMIA”
(ANDROMEDA RELIX, 2016)
di Andrea Pintelli

Questi ragazzi di Verona ci sanno fare, chiariamolo subito. Appena inseristo il CD “Palindromia” nel lettore, un’onda di suoni compatti e granitici è lì per travolgerti, vicina, sempre più vicina, fino a lambire i limiti della tua psiche. I suoni diventano un tuttuno, per la felicità delle nostre corde interiori; immaginazione al potere! Ti prendono per mano, al buio, e quando parte la title track ti accompagnano nei meandri bui di un sentiero stretto e nebbioso, che fa da sipario all’entrata nel giardino della forza: dalla 2° track in poi si è rapiti da tecnicismi (mai fini a se stessi, importantissimo), trovate stilistiche concrete e splendenti, energia d’esecuzione fuori dalle righe, e una coesione che (forse) è il loro vero asso nella manica. Una batteria infuocata e precisissima (Niccolò Dalla Valentina) fa da contraltare ad un lavoro di basso costante e mai domo (Filippo Zamboni); le chitarre scintillanti donano colori a un paesaggio mai banale (Riccardo Castelletti); la voce narra, con piena consapevolezza della sua potenza, storie e richiami ad un presente che potrebbe essere ma non è (Andrea Zamboni). Il tutto amalgamato ad un tappeto sonoro di tastiere evocative (dell’ospite Alessandro Bertoni).

Bellissima la copertina, da sottolineare, del famoso Felipe Machado Franco. La Andromeda Relix (con distribuzione Pick Up records) ha di che vantarsi di avere i Fatal Destiny fra i propri ranghi. E’ un prodotto d’esportazione, sono melodie che qui in Italia sfortunatamente vivono in una nicchia, ma che all’estero riuscirebbero (e credo riusciranno, se supportati a dovere) a far un’ottima figura anche in mezzo a nomi più altisonanti. E questo loro lo sanno… e si sente. Go on, boys!


Tracklist
-Palindromia
-Beyond Dreams
-Leave Me Here
-The Gate Of Time
-Feel Alone
-Dear Amy
-Human Factory
-No Devil Lived On











venerdì 28 ottobre 2016

I pensieri e la musica di Booker T Jones, di Giorgio Mora



Articolo già rilasciato su MAT2020

I pensieri e la musica di Booker T Jones
di Giorgio Mora

Londra, luglio 2016

Una giornata con Booker T, a Londra. Il venerato maestro, tanto amato da John Lennon e dai Beatles e da una schiera di musicisti tra cui si annoverano vari big del dopoguerra, arriva di prima mattina nella sala di accoglienza dell’hotel. Racconta il presente, le impressioni sulla musica che cambia e sulla sua storia, prima di cimentarsi sul palco del Brooklyn Bowl in un applauditissimo concerto. Booker che parla e Booker che suona, sono, in fondo, la stessa persona: delicata e attenta a non svisare mai troppo, dal senso delle frasi e dalla timbrica del gospel e del soul.

Prima, allora, il Booker che parla. “Oggi? La musica è molto elettrica, i computer hanno un ruolo fondamentale che ieri non avevano, si registra con tempi minori e più facilità. In meglio o in peggio però, è sempre in base al talento dell’artista. Quando iniziavo a suonare, eravamo tutti in una stanza e registravamo in contemporanea. Ora puoi avere due musicisti in paesi diversi che suonano nello stesso momento sul medesimo pezzo.” Booker T Jones, leader e grande profeta del suono Stax, ha guidato per anni la premiata ditta The MGs.

Sono cresciuto con blues e gospel, mia madre suonava classica, io ho studiato classica e lirica in college, all’Università dell’Indiana.” Booker il maestro riconosciuto. “No, non mi considero tale, mi fa piacere la considerazione, ma il senso del mio lavoro è esprimere la musica che ho in mente e portarla alla gente”. Booker e i Beatles, e una leggenda per sempre chiarita. “Avevamo un rapporto intenso, ho molta ammirazione per il loro lavoro, ma non è vero che intendessero registrare Revolver agli studi della Stax, sono suggestioni che continuano a esistere, ma non è così.” Booker – potrebbe essere altrimenti ?– e il sound della Stax. “Molte case discografiche hanno copiato quel suono, ma l’originale rimane Stax, e sono fiero di averne fatto parte. Tanti musicisti sono stati influenzati dalle vibrazioni provenienti da Memphis: Elvis, BB King, Al Green, Otis Redding.”

Il maestro dell’hammond parla ancora di origini: “I musicisti di quell’area avevano un background comune, condiviso le medesime esperienze, la schiavitù, il lavoro nei campi, ascoltato e suonato jazz sulle barche sul fiume, sviluppato un sound, nei club, nei night. Io ho cominciato a suonare nei club, quando avevo 11 anni, suonavo il sax al Manhattan club, il sax baritono per un club per persone di colore, Jimbo club, in downtown Memphis, dove ho cominciato a imparare il blues.” Booker e Otis. “Quando l’ho conosciuto faceva il facchino, preparava il caffè e le colazioni, un lavoro duro. Un giorno chiese di cantare un pezzo e Al Jackson lo invitò sul palco e tutto cambiò non appena cominciò “This arms of mine”, quella fu anche la prima volta che ascoltai la sua voce. Divenne subito uno di noi, o meglio noi ci avvicinammo a lui. Quanto iniziò a cantare capii che sarebbe diventato un re. Eravamo molto amici, era un uomo tranquillo, non parlava spesso, ma io lo capivo. Parlava molto di musica, il suo primo amore. E’ stata una grandissima perdita, per me, per l’etichetta, ma soprattutto per il mondo intero.

Booker & The MGs: “Il mio più grande amico era Al Jackson Jr. Otis è morto a 26 anni, Al ne aveva 39, erano grandi, sono morti troppo giovani. Donald “Duke” Dunn è morto due anni fa. Era in Giappone, non si è sentito bene, pensavano fosse colpa del jet lag, alla fine dello show è tornato in camerino ed è morto.” Eccoci al suo rapporto con l’Europa, Londra. “Mi piace molto suonare in Europa, ho molti fan qui, da sempre. La mia carriera è iniziata quando sono atterrato a Londra e ho cominciato a suonare nei grandi club, penso che il 60% del mio successo sia da attribuire ai fan europei: inglesi soprattutto, ma anche italiani, tedeschi, francesi. L’ultima volta che ho suonato in Italia è stato a Perugia ma era molti anni fa. La band non si riunirà, anche se con Steve Crooper ci vediamo e suoniamo spesso insieme. La perdita di Al e Donald non ci permette più niente.” Booker e il futuro. “La musica è cambiata e il nuovo disco sarà con mio figlio. I cambiamenti li sto affrontando con lui, stiamo pensando a un nuovo album, con molta elettronica e musica dance in svariate forme, uno dei pezzi si intitola Deep Hous, una combinazione di soul, funk e elettrica.”

Poi viene subito sera, e scocca l’ora del concerto. La sala è piena di gente, 400 persone, forse di più. Con Booker ci sono Darian Gray alla batteria, Melvin Brannon Jr al basso e il figlio Ted alla chitarra. E’ una band che parte in picchiata e poi si ferma, rallenta e riparte, in un fuoco d’artificio tra passato e presente. Booker suona i classici, “Green Onions” in testa e omaggia Prince con “Purple Rain” e Otis con “Respect”. Poi si ricorda di “Summertime”, imbraccia la chitarra per “Mannish boy”, ed “Hey Joe”, con un bel saluto a Jimi Hendrix, fa faville con “Soul Limbo”, “Meltin pot” e “Hang ‘Em High”, fino a presentare “Born under a bad sign” di Albert King e la deliziosa “Mr. Big stuff” di Jean Knight, con la bravissima vocalist Denosh Bennett. Il finale è da pelle d’oca: prima”Everything is everything” di Lauryn Hill e quindi “Time is tight”, ma quando sembra tutto finito, ecco la musica risorgere con un classico di Otis splendidamente suonato da Booker, suo antico fratello: “I’ve been loving you too long”.

Il maestro ci aveva avvisato alla mattina che il bello dei suoi concerti è che non ve ne è mai uno uguale all’altro. Ma c’è anche parecchio di più: c’è il talento fantastico di un uomo che fa parte da vivo della grande leggenda della musica moderna, c’è uno stile inconfondibile e un hammond di vecchia lega sul quale sta seduto come un principe. Un principe che suona e si diverte, e lascia alla memoria dei presenti un ricordo indelebile, nel segno del soul, del blues e del gospel di Memphis e dintorni. 

mercoledì 26 ottobre 2016

Compie gli anni oggi Lino Vairetti... di Wazza



Compie gli anni oggi, 26 ottobre, Lino Vairetti, fondatore, cantante, paroliere, anima degli Osanna, figura di spicco del prog-rock italiano ed internazionale.
In occasione del suo compleanno ricordiamo l'imminente uscita del nuovo album dal vivo "Pape Satan Aleppe", con la presenza di importanti ospiti.
Inoltre è imminente un tour insieme ad un altro monumentale gruppo della canzone tradizionale napoletana, la "Nuova Compagnia di Canto Popolare". Le due facce della musica partenopea, il rock e il prog, incontrano la tradizione, il folk, la tammuriata, strade che si incrociano e si materializzano, in quella che possiamo chiamare "musica totale", senza barriere ne pregiudizi, che tocca l'anima.
Buon compleanno Lino
Wazza

Nuovo disco in uscita i primi di Novembre

Agli inizi di novembre esce il nuovo CD degli OSANNA
"Pape Satàn Aleppe" - Brano inedito con il
Live al Giardino di Lugagnano della Zorzan Family
Lineup: Lino Vairetti, Gennaro Garba, Pako Capobianco
Nello D'Anna, Sasà Priore e Irvin Luca Vairetti
Special Guests: Fiorenza Calogero, Donella Del Monaco, Mauro Martello
Stella Manfredi e Jenny Sorrenti

PAPE SATAN ALEPPE titolo del CD e brano inedito inserito nel nuovo lavoro degli OSANNA live al Giardino di Lugagnano. L'Album in fase di missaggio prevede brani dal CD Palepolitana più altri brani storici degli Osanna più alcune cover dedicate ai nostri miti e compagni di viaggio: Auschwitz - Il Mare - Vorrei Incontrarti - Medley Prog con Non mi Rompete, Il Banchetto e Luglio agosto settembre nero- Ospiti del CD (in OA): Fiorenza Calpgero, Donella Del Monaco,
Mauro Martello, Stella Manfredi e Jenni Sorrenti.
Registrato da Alfonso La Verghetta – ItalySoundLab



In Tour con la NCCP dal 29 Novembre

Parte a fine novembre il tour italiano della NCCP e gli OSANNA per celebrare i 50 anni di attività della Nuova Compagnia di Canto Popolare - Ecco le prime date del tour prodotto e organizzato da Rolando D'Angeli per la Music Show International:
29 novembre - Milano - Auditorium
3 dicembre - Bari - Teatro Palazzo
6 dicembre - Roma- Auditorium Parco della Musica (sala Sinopoli)
7 dicembre - Firenze -Teatro Puccini
16 dicembre -Torino- Teatro Colosseo
22 dicembre- Napoli - Palapartenope
info tel. +39 06 39725530




LA STORIA...


martedì 25 ottobre 2016

TOUR DATES 26 OTTOBRE-01 NOVEMBRE 2016, di Zia Ross

TOUR DATES 26 OTTOBRE-01 NOVEMBRE 2016

Ecco le nuove date per la settimana.
Sempre grazie ad Hamelin Prog per il fondamentale contributo.
Ciao a tutti,
Rossana

Mercoledì 26/10
BLUE NOTE ‑ Via Borsieri, 37 ‑ Q.re Isola ‑ MILANO (MI)
SCOTT HENDERSON TRIO
Ore 21.00

LA SALUMERIA DELLA MUSICA ‑ Via Pasinetti, 4 ‑ MILANO (MI)
JUDITH OWEN
La cantautrice e pianista gallese Judith Owen per molti la versione contemporanea delle grandi cantautrici alla Joni Mitchell o Carole King, paragonabile a Tori Amos
JUDITH OWEN
:: feat. Leland Sklar [basso]
:: feat. Russell Kunkel [batteria]

MOOD PUB ‑ Via Regina Elena, 1 ‑ BELPASSO (CT)
MALIBRAN
info:  095/917312
La band catanese, in attività dal 1987 e con 8 album ufficiali pubblicati, torna in concerto. Intanto l’’etichetta BTF ha confermato che pubblicherà “Straniero”, la nuova raccolta di inediti e rarità targata Malibran.
Inizio concerto ore 22.30
Ingresso gratuito

TEATRO COMUNALE ‑ Via Nazario Sauro, 17 ‑ CORMONS (GO)
JAN GARBAREK GROUP FEATURING TRILOK GURTU SPECIAL GUEST
JAZZ & WINE OF PEACE 2016, XIX EDIZIONE
info:  0481/630057 ‑ www.artistiassociatigorizia.it ‑ JAZZ & WINE OF PEACE: 347/4421717 ‑ www.controtempo.org
ore 21.30
Jan Garbarek soprano and tenor saxophones
Rainer Brüninghaus piano, keyboards
Yuri Daniel bass
Trilok Gurtu drums, percussion


Giovedì 27/10

TETRIS ‑ VIA DELLA ROTONDA 3 ‑ TRIESTE (TS)
ULAN BATOR

TEATRO DELLA MADDALENA ‑ Piazzetta Cambiaso 1 ‑ GENOVA (GE)
EVENT '16: LUCA GIOVANARDI (JULIE’S HAIRCUT), NICOLA MANZAN (BOLOGNA VIOLENTA), BEPPE MONDINI (OTTONE PESANTE, SCISMA, ECC.), MICHELE ORVIETI (MARIPOSA, EXTRALISCIO, ECC…), FABIO ZUFFANTI (FINISTERRE, HÖSTSONATEN, ECC.).
27 ottobre 1976: gli Area salgono sul palco dell’università Statale di Milano per un happening di improvvisazione radicale. Ogni musicista dispone di cinque biglietti, recanti ciascuno uno stato emozionale da rappresentare col proprio strumento indipendentemente dagli altri; “ipnosi”, “silenzio”, “violenza”, “ironia” e “sesso”. Allo scoccare dei tre minuti i musicisti devono cambiare biglietto e passare a interpretare il successivo stato.
27 ottobre 2016: un manipolo di musicisti cercherà di ricreare il senso di quell’esibizione offrendone la propria visione. Non si tratterà di un omaggio agli Area quanto piuttosto di un riappropriarsi dell’idea del proporre musica creata sul momento, in maniera totalmente spontanea, libera e svincolata da ogni sorta di imposizione.
I musicisti coinvolti saranno:
Luca Giovanardi (Julie’s Haircut), Nicola Manzan (Bologna Violenta), Beppe Mondini (Ottone Pesante, Scisma, ecc…), Michele Orvieti (Mariposa, eXtraLiscio, ecc…), Fabio Zuffanti (Finisterre, Höstsonaten, ecc…).
L’evento è organizzato dall’associazione culturale disorder Drama.
Inizio concerto ore 21.30
Costo biglietto 10 euro, ridotto 8 euro

CARMEN TOWN ‑ via Fratelli Bandiera 3 ‑ BRESCIA (BS)
IL PARADISO DEGLI ORCHI
Il Paradiso degli Orchi è una giovane band di Brescia attiva dal 2010. Il loro genere è un crossover di diverse influenze; prog rock, psichedelia, pop, indie, atmosfere cantautorali, profumi etnici, elettronica…. Hanno esordito nel 2011 con un album che porta il nome del gruppo e nel 2014 hanno cominciato a lavorare su un progetto particolare e coraggioso. Nel periodo citato la band è entrata in contatto con il musicista e produttore Fabio Zuffanti (nume tutelare del nuovo prog italiano) che, affascinato dal progetto, ha lavorato a stretto contatto con i musicisti per aiutarli a sgrossare le moltissime idee, definire le canzoni, scegliere i giusti suoni, fermare il tutto su nastro al meglio. Il risultato di tutto ciò è “Il Corponauta” (leggi la genesi dell’album), lavoro che verrà presentato questa sera.
ore 21:30

TEATRO LEONARDO DA VINCI ‑ Via Ampère, 1 ‑ MILANO (MI)
MIKE MAINIERI & THE THIEVES QUARTET WITH THE MONDAY ORCHESTRA

AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA ‑ Via Pietro De Coubertin ‑ ROMA (RM)
JAMES SENESE & NAPOLI CENTRALE
info:  06/80241281 ‑ 199/109783 ‑ www.auditorium.com
James Senese, fondatore di uno dei gruppi più originali della scena settantiana italiana, continua il suo viaggio con i Napoli Centrale, oggi formati da Agostino Marangolo alla batteria, Gigi De Rienzo al basso ed Ernesto Vitolo alle tastiere. Il 29 aprile è uscito il nuovo album “’O Sanghe”.
In apertura Maldestro.
Inizio concerto ore 21
Costo biglietto 15 euro

BRAVO CAFFE' ‑ Via Mascarella 1 ‑ BOLOGNA (BO)
JUDITH OWEN
info: 051/266112 ‑ 333/5973089 ‑ www.bravocaffe.it
La cantautrice e pianista gallese Judith Owen per molti la versione contemporanea delle grandi cantautrici alla Joni Mitchell o Carole King, paragonabile a Tori Amos
JUDITH OWEN
:: feat. Leland Sklar [basso]
:: feat. Russell Kunkel [batteria]


Venerdì 28/10

LOCANDA ATLANTIDE ‑ VIA DEI LUCANI 22B (S. LORENZO) ‑ ROMA (RM)
CLEPSYDRA
info:  06/96045875 ‑ 340/1627362 ‑ locanda@locandatlantide.it ‑ www.locandatlantide.it ‑ www.facebook.com/locanda.atlantide
A Ottobre 2016 esce “Tropicarium” in formato LP su Go Down Records. E’ il 4album della band, che accoglie in formazione Sandro Abbondanza all’organo ed al Fender Rhodes. Il lavoro sui testi è stato sviluppato insieme all’artista Andrea Di Felice ed al dj Andreas Mathis, il lavoro parte da concetti di base embrionali quali uno schizzo a matita, un viaggio, un suono, un profumo. Questo ha dato il via ad un “alveare” dove ognuno ha cresciuto la propria “specie”, rendendo le 13 tracce anche visibili nelle tele dipinte da Andrea Di Felice. Tutto l’equilibrio del “Tropicarium” è tenuto ben saldo dalla consapevolezza che ogni cosa è ciclica e che tutto quello che perdiamo lo ritroveremo sicuramente, da un’altra parte….
Inizio concerto ore 22

CROSSROADS LIVE CLUB ‑ via Braccianense, 771 ‑ OSTERIA NUOVA (RM)
THE WATCH
Da sempre gruppo progressivo innamorato dei Genesis, i The Watch possono vantare tra le proprie fila la voce di Simone Rossetti ritenuta la voce che più di tutte, nel panorama musicale, si avvicina a quella di Peter Gabriel. Lo spettacolo di questa sera sarà The Gabriel Era 1970-75.
Inizio concerto ore 21

ZONA ROVERI MUSIC FACTORY ‑ via Dell’Incisore, 2 ‑ BOLOGNA (BO)
MICHAEL FRANTI & SPEARHEAD

ALCHEMICA ‑ Via Dei Lapidari 8/b ‑ BOLOGNA (BO)
FOLKSTONE
info:  051/ 0950329 ‑ 3887626714 ‑ 3803223073 ‑ http://www.alchemicaclub.com ‑ info@alchemicaclub.com ‑ www.facebook.com/alchemicaclub

ASTRO CLUB ‑ Via Giacomo Puccini, 141 ‑ FONTANAFREDDA (PN)
ULAN BATOR

PALA CRS ‑ Don Giacomo Soleri, 16 ‑ SALUZZO (CN)
MODENA CITY RAMBLERS
UVERNADA 2016
info:  UVERNADA 2016 ‑ XXVI FESTA LOU DALFIN http://www.uvernada.net/

OFFICINE SONORE ‑ Via Caduti Sul Lavoro 13 ‑ VERCELLI (VC)
PINO SCOTTO
A due anni di distanza da “Vuoti Di Memoria” esce “LIVE FOR A DREAM” (Nadir Music su licenza Valery Records), il nuovo album di PINO SCOTTO. Il disco, disponibile da oggi in digital download, sulle principali piattaforme streaming e nei negozi tradizionali, è composto da 2 inediti e 16 brani live registrati in studio che ripercorrono l’intero percorso musicale dell’artista, dai suoi esordi con i Pulsar, passando per i Vanadium, i Progetto Sinergia e i Fire Trails fino alla sua attuale carriera da solista.


28 e 29 ottobre 2016

BLUE NOTE ‑ Via Borsieri, 37 ‑ Q.re Isola ‑ MILANO (MI)
STANLEY CLARKE BAND
Ore 21.00 ‑ Ore 23.30


Sabato 29/10

TEATRO TENDA ‑ Lungomare ‑ TORTORETO (TE)
IAN PAICE & DIP PARPOL LIVE @ GOLDEN STARS
il mitico batterista dei Deep Purple Ian Paice si esibirà insieme alla tribute band aquilana dei Dip Parpol

OSTERIA DI LAMBRATE ‑ Via Privata Degli Orombelli, 18 ‑ MILANO (MI)
PATRIZIO BALZARINI TRIO
info:  02/70638310 ‑ www.osterialambrate.it

TEATRO COMUNALE SAN TEODORO ‑ via Corbetta 7 ‑ CANTÙ (CO)
IL BABAU & I MALEDETTI CRETINI
CHI STA SCAVANDO? OMAGGIO A DINO BUZZATI
info:  031/717573 ‑ info@teatrosanteodoro.it
Il Babau & i maledetti cretini tributa un rinnovato omaggio, ispirato e commosso, a Dino Buzzati, rileggendo al lume fioco di un rock raffinato e colto alcune tra le più oscure pagine del suo nume tutelare. L’interpretazione delle inquietanti e surreali cronache buzzatiane, più che accompagnata, è sostenuta e condotta dai brani originali de Il Babau che si sviluppano come una vera e propria colonna sonora per le immagini mentali evocate dalle parole. Le composizioni creano atmosfere avvolgenti, malinconiche, claustrofobiche e luciferine che malvolentieri cedono il passo a isteriche e scheletriche cavalcate rock. La voce, onirica ed ironica, fa di tutto per resistere alle tentazioni della musicalità e restare esemplarmente fedele alla narrazione.
Inizio concerto ore 21
Ecco i dettagli sui biglietti:
• Intero 7 euro
• Ridotto 6 euro
• Ridotto 50% 3.50 euro
• Ridotto Soci BCC 5 euro

LA CASA DI ALEX ‑ LA CASA DEL ROCK PROGRESSIVO E DINTORNIVia Moncalieri, 5 MILANO  (MI)
IL BACIO DELLA MEDUSA
info:  333-7968861 ‑ http://www.alexetxea.it
Tessera associativa obbligatoria con validità annuale: 5 euro
Torna in concerto Il Bacio della Medusa. Dopo tre album in studio (“Il Bacio della Medusa”, “Discesa agl’inferi d’un giovane amante” e “Deus lo Vult”), la band di Simone Cecchini, Simone Brozzetti, Eva Morelli, Federico Caprai e Diego Petrini ha pubblicato lo scorso settembre l’album “Live”.
Inizio concerto ore 21.30
Costo biglietto 10 euro per i soci

CIRCUS ‑ via Newton 62 ‑ SCANDICCI (FI)
SPETTRI
Costo biglietto con tessera ACSI 5 euro
Nati nel 1964 e “messi in stand by” negli anni ‘70, i fiorentini Spettri tornano sulle scene nel 2011. Lo scorso anno è uscito “2973 ‑ MMCMLXXIII La nemica dei ricordi” per Black Widow Records.
Nella stessa serata si esibiranno altri due gruppi che hanno fatto la vera storia della musica alternativa di Firenze: Mr. Blues e Whisky Trail.
Inizio concerto ore 22

CITTADELLA DEI GIOVANI ‑ via Garibaldi 7 ‑ AOSTA (AO)
SYNDONE "EROS & THANATOS" TOUR
info:  0165/35971 ‑ info@cittadelladeigiovani.it
Dopo il grande successo di “Odysseas”, i Syndone sono tornati con un nuovo album, “Eros e Thanatos”, pubblicato alla fine di marzo da AltrOck. Il lavoro è un concept album ispirato al “Cantico dei Cantici” e alla traduzione di Guido Ceronetti, e vede la partecipazione di due straordinari special guests: Steve Hackett, leggendaria chitarra dei Genesis, e Ray Thomas, flauto e voce dei The Moody Blues.
Inizio concerto ore 21

CSC CENTRO STABILE DI CULTURA ‑ VIA LEOGRA SS. 46 KM.21  ‑ S. VITO DI LEGUZZANO, SCHIO (VI)
ULAN BATOR, DANKALIA

IL CORSARO ROSSO ‑ VIA EUROPA, 32 ‑ VIAREGGIO (LU)
PINO SCOTTO
info:  0584/388391 ‑ www.ilcorsarorosso.it
A due anni di distanza da “Vuoti Di Memoria” esce “LIVE FOR A DREAM” (Nadir Music su licenza Valery Records), il nuovo album di PINO SCOTTO. Il disco, disponibile da oggi in digital download, sulle principali piattaforme streaming e nei negozi tradizionali, è composto da 2 inediti e 16 brani live registrati in studio che ripercorrono l’intero percorso musicale dell’artista, dai suoi esordi con i Pulsar, passando per i Vanadium, i Progetto Sinergia e i Fire Trails fino alla sua attuale carriera da solista.

TEATRO FARNESE ‑ Piazza Della Pilotta, 15 ‑ PARMA (PR)
URI CAINE, JIM BLACK

TEATRO GENTILE ‑ VIA GENTILE DA FABRIANO 1 ‑ FABRIANO (AN)
EUGENIO FINARDI
info:  0732/3644 – 0732/709223 – 0732/709230 ‑ www.teatrogentile.it

MONCALIERI JAZZ ‑ piazza Vittorio Emanuele II ‑ MONCALIERI (TO)
GEGÈ TELESFORO, HORACIO "EL NEGRO" HERNANDEZ, P-FUNKING BAND

PALA CRS ‑ Don Giacomo Soleri, 16 ‑ SALUZZO (CN)
LOU DALFIN
UVERNADA 2016
info:  UVERNADA 2016 ‑ XXVI FESTA LOU DALFIN http://www.uvernada.net/

DRUSO ‑ Via Locatelli, 17 ‑ REDONA (BG)
ERIC SARDINAS
info:  327/238 3355 – 338/9892465 ‑ http://www.drusocircus.it
Chitarrista, cantante e compositore Eric Sardinas è conosciuto per la grande intensità delle sue esibizioni live. Sin dalla fine degli anni ’90 ha cavalcato i palchi di tutto il mondo incrementando esponenzialmente, con il passare degli anni, il suo pubblico. I suoi 6 album evidenziano il suo distintivo stile che musicalmente varca i confini del rock e del blues, a cui nessuno è più indifferente.

PALABANCO ‑ Via San Zeno, 168 ‑ BRESCIA (BS)
PAOLO CONTE
info:  030/348888 ‑ info@palabancodibrescia.it ‑ www.palabancodibrescia.it

BORGO MISTICO FEST ‑ salone Centrale Del Castello  ‑ MONTALBANO ELICONA (ME)
JURI CAMISASCA E ROSARIO DI BELLA: “SPIRITUALITY – IL CONCERTO”
JURI CAMISASCA E ROSARIO DI BELLA: “SPIRITUALITY – IL CONCERTO”
SPIRITUALITY – IL CONCERTO”
JURI CAMISASCA E ROSARIO DI BELLA
AL BORGO MISTICO FEST
MONTALBANO ELICONA, 29 OTTOBRE 2016
«PACE IN TERRA AGLI UOMINI ‑ PACE IN CIELO AL VENTO
AD OGNI FILO D’ERBA SCAMPATO DAL CEMENTO
PACE A CHI RITORNA COME ACQUA AL MARE
PACE A QUESTO TEMPO CHE NON PARLA D’AMORE»
(da “Pace” ‑ testo Alessandro Hellmann, musica Rosario Di Bella)
In giornisegnati dallo spirare di venti portatori di ennesimi conflitti tra le nazioni, le voci di Juri Camisasca e Rosario Di Bella attraversano l’etere e si rivolgono alla gente, alle persone, usando la parola e il suono come dono divino.
E in concerto, quando Juri e Rosario intonano “Pace” sul pubblico si riversa il flusso di energia positiva contenuto in “Spirituality”, l’album che dà il titolo al loro tour 2016-2017 e che verrà presentato il 29 Ottobre nel salone centrale del Castello Svevo Aragonese, al Borgo Mistico Fest di Montalbano Elicona, in provincia di Messina.
Se lo scorso 31 Luglio, nella magica cornice del Teatro Greco di Taormina, a Camisasca e Di Bella era bastato un set di tre brani di “Spirituality”per aprire magistralmente il concerto di Battiato e Alice, ora la completezza fisica di questa loro opera discografica si può toccare con mano in un viaggio corale, del cuore e dell’anima, insieme al pubblico.
Per trasferire nella dimensione live il desiderio di esplorare le frontiere del sacro ‑ dal canto gregoriano alla meditazione elettronica ‑ e le emozioni profonde di brani intensi e mistici come “Gabriel”, “Il Canto della Beatitudine”, “Uriel”, “Suprema Identità” e “Il Mondo è costruito sull’Amore”, Camisasca e Di Bella hanno intrapreso un cammino irto di ostacoli. Basta immaginare a quale altezza possano essersi confrontati due spiriti liberi e talenti tanto cristallini, cercando i punti di contatto, ma anche le proiezioni della reciproca ricerca interiore, quando il filo conduttore doveva essere totalmente sinergico e corrispondere alla naturale tensione dell’uomo verso il soprannaturale, il trascendente, il divino. È valsa quindi la fusione delle loro esperienze umane e delle fonti che li ispirano per raggiungere il risultato.
Le antiche tradizioni e le religioni, come le scuole mistiche e quelle esoteriche segrete e non, hanno nei loro cardini anche il suono, il mantra, il salmodiare della preghiera e il silenzio, così l’intento di “Spirituality” si dimostra quello di armonizzare in musica un messaggio di pace e di un futuro possibile per i bambini di questo pianeta che non li obblighi, come accade ai loro genitori, a vivere nella paura, nell’incertezza e nell’effimero quotidiano. In musica, significa inoltre, che la parola non basta mai a spiegare il mistero della nostra esistenza, mala Musica invece ha questo potere.
In passato, in musica, sono state create opere meravigliose, a volte arcane e cosmiche, come le maestose suite dei Pink Floyd o le fughe liriche e struggenti dei tedeschi PopolVuh, mentre in Italia un Franco Battiato ha fatto da ponte, passando dallo sperimentale alla canzone pop, ma sempre parlando alla coscienza. In fondo, le emozioni più grandi che una melodia, con le sue parole e struttura compositiva, suscitano nel cuore di chi la percepisce scaturiscono da un semplice atto di amore, da un atto creativo in cui chi ascolta si riconosca. Questo è accaduto con i due artisti che hanno concepito e realizzato “Spirituality”.
In concerto, JuriCamisasca (voce, harmonium)e Rosario Di Bella(voce, synth)accompagnati da musicisti fra i quali Gionata Colaprisca (batteria, percussioni) e Giuseppe Furnari (piano, synth), rendono tangibile la totalità della loro esplorazione, eseguendo le tredici tracce dell’album e alcuni brani scelti dal proprio vasto repertorio d’autore e portati al successo da altri interpreti.
Lo “Spirituality Tour”, con il patrocinio del Comitato Nazionale Italiano Fair Play, si inaugura con il concerto al borgo mistico di Montalbano Elicona, in Sicilia, alle ore 21 del 29 Ottobre2016, nel Castello Svevo Aragonese. L’evento si inserisce nella prima edizione del Borgo Mistico Fest, il cui programma si muove sui binari di storia , natura, musica, scienze, arti performative, paesaggio e narrazione, declinando il Sacro nei suoi più diversi ambiti.

MERCATO COPERTO ‑ piazza Muzii ‑ PESCARA (PE)
LA BATTERIA
Uniti dal comune amore per le colonne sonore e le sonorizzazioni italiane degli anni ’60 e ’70, i quattro componenti de La Batteria sono veterani della scena musicale romana più trasversale, con esperienze che vanno dal post-rock progressivo (Fonderia), al pop (Otto Ohm, Angela Baraldi), al jazz sperimentale (I.H.C.), al hip hop (La Comitiva, Colle Der Fomento) fino alla world music (Orchestra di Piazza Vittorio).
La band propone brani originali ispirati a quel suono e a quella scrittura così particolare che dominava la musica per immagini nel nostro paese negli anni che vanno dal 1968 al 1980, periodo caratterizzato dalla creatività e vocazione sperimentale di compositori come Ennio Morricone, Stelvio Cipriani, Alessandro Alessandroni, Bruno Nicolai e di gruppi come i Goblin e I Marc 4.
L’ultimo lavoro, uscito il 13 maggio, è “Tossico Amore”, reinterpretazione della colonna sonora composta dal maestro Detto Mariano per il film “Amore Tossico” di Claudio Caligari.
Inizio concerto ore 22.30
Ingresso gratuito


Domenica 30/10

BLUE NOTE ‑ Via Borsieri, 37 ‑ Q.re Isola ‑ MILANO (MI)
BILL FRISELL
Ore 21.00

LATTERIA MOLLOY ‑ Via Marziale Ducos 2/B ‑ BRESCIA (BS)
FOLKSTONE

LIVE CLUB TREZZO  ‑ Via Mazzini, 58  ‑ TREZZO SULL'ADDA(MI)
FRONTIERS METAL FESTIVAL
LABYRINTH, PRIMAL FEAR, TRICK OR TREAT, LORDS OF BLACK
info: 02/90980262 ‑ 348/5799006 ‑ www.liveclub.it ‑ www.myspace.com/livemusicclub ‑ www.facebook.com/livemusicclub

ROMA LIFESTYLE HOTEL ‑ CENTRO CONGRESSI ‑ Via Giorgio Zoega, 59 ‑ ROMA (RM)
GOBLIN REBIRTH @ ROME MUSIC EXPO
Dopo 41 anni tornano a Fasano Agostino Marangolo e Fabio Pignatelli con la loro nuova formazione, i Goblin Rebirth. Tutto nasce nel 2010, quando la storica sezione ritmica dei Goblin decide di mettere in piedi un progetto, sostanzialmente live, per far riscoprire le opere minori della band icona dell’horror prog italiano. Non solo quindi i più grandi successi (“Profondo Rosso”, “Suspiria” e “Zombi”), ma anche brani come “Buio Omega”, “La Chiesa” e “Contamination” iniziano a trovare spazio e a riscuotere consensi. Per completare la line up vengono chiamati il chitarrista Giacomo Anselmi, il pianista Aidam Zannit e il tastierista Danilo Cherni. Forti dell’affiatamento scaturito dalle esibizioni sul palco, i Goblin Rebirth hanno pubblicato lo scorso anno il loro disco d’esordio, contenente brani inediti e, come vuole la tradizione, rigorosamente strumentali.

CIRCOLO ARCI BOLOGNESI ‑ Piazzetta S. Nicolò 6/a (ingresso Da V. Muzzina, Da V. Garibaldi Dopo Piazza Sacrati) ‑ FERRARA (FE)
ULAN BATOR
info:  0532/205313 ‑ 338/3530313 ‑ www.arcibolognesi.it ‑ http://www.facebook.com/CircoloArciBolognesi


Lunedì 31/10

CROSSROADS LIVE CLUB ‑ via Braccianense, 771 ‑ OSTERIA NUOVA (RM)
CLAUDIO SIMONETTI'S GOBLIN @ A SPECIAL HALLOWEEN NIGHT
Per la prima volta in Italia, i Claudio Simonetti’s Goblin suoneranno, dal vivo, l’intera colonna sonora del mitico film di Gerge A. Romero “Dawn of the Dead”, durante la proiezione del film! Un modo unico e assolutamente coinvolgente, di assistere ad un concerto e, contemporaneamente, lasciarsi trasportare nella visione di un “cult” del genere horror!
Oltre alla band del tastierista
Simonetti, sul palco del CrossRoads Live Club, troveremo un ospite di tutto rispetto: Stephen O’Malley! Membro della band culto Sunn O))), il musicista americano, trapiantato in Europa, contibuirà a rendere questa serata, un evento unico nel suo genere!
Inoltre:
Very Special guest Stephen O'Malley from Sunn O))),
In apertura: Sailing To Nowhere
Aftershow Dj set a cura di Alex Wank (ex Pungent Stench)
Horror Tattoo Art Exhibition.
Stand e personaggi della scena horror italiana che presenzieranno durante l’evento!


CASA DEL JAZZ ‑ Viale Di Porta Ardeatina, 55 ‑ ROMA (RM)
JUDITH OWEN
La cantautrice e pianista gallese Judith Owen per molti la versione contemporanea delle grandi cantautrici alla Joni Mitchell o Carole King, paragonabile a Tori Amos
JUDITH OWEN
:: feat. Leland Sklar [basso]
:: feat. Russell Kunkel [batteria]

ALVARADO STREET ‑ via Attilio Mori 27 ‑ ROMA (RM)
PERSPECTIVES OF A CIRCLE
Nata come Winged Hussars, poi Kingscross, la band romana ha realizzato il suo primo singolo “Fallen Bridge” nel 2014 cambiando poi il suo nome in Perspectives of a Circle. L’anno scorso è uscito album d’esordio “Masks, Faces, Whispers”.
Nella stessa serata The Mother.
Inizio concerto ore 22
Costo biglietto 3 euro

SHAKESPEARE ‑ Via Goito, 1 ‑ PARMA (PR)
PINO SCOTTO
info:  0521/237969 ‑ info@shakespearecafe.it ‑ http://www.shakespearecafe.it
A due anni di distanza da “Vuoti Di Memoria” esce “LIVE FOR A DREAM” (Nadir Music su licenza Valery Records), il nuovo album di PINO SCOTTO. Il disco, disponibile da oggi in digital download, sulle principali piattaforme streaming e nei negozi tradizionali, è composto da 2 inediti e 16 brani live registrati in studio che ripercorrono l’intero percorso musicale dell’artista, dai suoi esordi con i Pulsar, passando per i Vanadium, i Progetto Sinergia e i Fire Trails fino alla sua attuale carriera da solista.

REVOLVER CLUB ‑ Via Kennedy, 39 ‑ SAN DONÀ DI PIAVE (VE)
FOLKSTONE


Martedì 01/11
NEW AGE CLUB ‑ VIA TINTORETTO 14 ‑ RONCADE (TV)
ERIC SARDINAS
info:  0422/841052 ‑ www.newageclub.it ‑ www.facebook.com/newageclub ‑ luca@newageclub.it
Chitarrista, cantante e compositore Eric Sardinas è conosciuto per la grande intensità delle sue esibizioni live. Sin dalla fine degli anni ’90 ha cavalcato i palchi di tutto il mondo incrementando esponenzialmente, con il passare degli anni, il suo pubblico. I suoi 6 album evidenziano il suo distintivo stile che musicalmente varca i confini del rock e del blues, a cui nessuno è più indifferente.


01 e 02 novembre 2016

BLUE NOTE ‑ Via Borsieri, 37 ‑ Q.re Isola ‑ MILANO (MI)
VICTOR WOOTEN FEAT. DENNIS CHAMBERS & BOB FRANCESCHINI
Ore 21.00 ‑ Ore 23.30