www.mat2020.com

www.mat2020.com
Cliccare sull’immagine per accedere a MAT2020

martedì 31 maggio 2016

YES live al Teatro Geox, di Marco Pessina


   YES live al Teatro Geox - Padova 29/05/2016
di Marco Pessina

Gran pubblico al Geox di Padova per una delle serate di questo mini-tour sul suolo italiano degli YES, incentrato sugli album DRAMA e FRAGILE, il primo dopo la scomparsa di CHRIS SQUIRE, bassista e membro fondatore della band! E sulle note di ONWARD alle 21,30 spaccate cala il grande schermo alle spalle della batteria, proprio con la figura del poliedrico artista, e con la data che ne ricorda la sua recente scomparsa! Inutile negare un filo di emozione per quello che fu uno dei più grandi musicisti della scena progressive, che con JON ANDERSON diede vita a questa straordinaria band alla fine degli anni '60.
Il concerto si snoderà in due parti distinte la prima incentrata sul sottovalutato album del 1980, dove entravano in formazione GEOFF DOWNES alle tastiere, tutt'ora presente, e TREVOR HORN alla voce, che produrrà gli YES subito dopo il rientro di ANDERSON con 90125 del 1982! L'album non fu più eseguito dal vivo da quel tour. Quindi spazio a MACHINE MESSIAH, WHITE CAR, DOES REALLY HAPPEN?, INTO THE LENS, RUN THROUGHT THE LIGHT e TEMPUS FUGIT, in rigoroso ordine di esecuzione come da album. La band non lascia spazio alle chiacchiere e si nota fin da subito in barba ai detrattori, la padronanza scenica di BILL SHERWOOD, che in possesso di una buona tecnica al basso e alla seconda fondamentale voce nello stile YES, ricalca in tutto e per tutto, perfino nelle movenze, il maestro e amico CHRIS. Del resto, SHERWOOD era da tempo considerato il sesto YES, avendo suonato spesso in concerto con la band britannica. Il suono é poderoso e limpido, con il pubblico partecipe ai "solo" di chitarra dell'istrionico STEVE HOWE. DOWNES fa la sua parte con onestà e JOE DAVISON alla voce tiene a meraviglia, con un look che ricorda molto l'ANDERSON giovane! Tiene botta ALAN WHITE alla batteria, senza raggiungere i picchi di qualche anno fa! Alla fine di DRAMA, c'é un secondo momento significativo nel ricordo di PETER BANKS, primo chitarrista e co-fondatore scomparso nel 2013, con l'esecuzione di TIME AND A WORD, dall'omonimo lavoro del 1970! La prima parte si chiude con la stupenda SIBERIAN KHATRU, e dopo il giusto tributo ci saranno una ventina di minuti di pausa.
Il concerto riprende con un altro brano non facilmente udibile nei concerti YES, quella DON'T KILL THE WHALE tratta dal modesto TORMATO, album tra i meno conosciuti, risalente al 1978! Altre sensazioni suscita la più commerciale, ma ai più conosciuta OWNER OF A LONELY HEART, con qualcuno che accenna ad alzarsi dalle poltrone! E' ora di FRAGILE, e puntuale parte l'intro di chitarra di HOWE che annuncia ROUNDABOUT, e qui il concerto sale di tono ulteriormente! Spazio solista a DOWNES in una sofisticata esecuzione di CANS AND BRAHMS, brano strumentale dalla inconfondibile matrice di RICK WAKEMAN! WE HAVE HEAVEN, ci introduce alla magnifica SOUND SIDE OF THE SKY, con DAVISON sugli scudi! Corto ma significativo il brano dal sapore crimsoniano FIVE PER CENT NOTHING, che scrisse BILL BRUFORD. Buona l'esecuzione di LONG DISTANCE ROUNAROUND, con un pubblico sempre più entusiasta e presente! A questo punto, STEVE HOWE piazza il solito solo di chitarra acustica, con qualche piccola ma accettabile imperfezione, perdonata dai robusti applausi del folto pubblico! Finalone con la fantastica HEART OF THE SUNRISE, che comincia ad attirare qualcuno sotto il palco! Anche FRAGILE é concluso, ma sappiamo benissimo tutti nella sala che ci sarà spazio per altra musica.
Un paio di minuti di battimani ritmato e via con STARSHIP TROOPER, coinvolgente e con le "varianti" da ultimo brano, che attira sotto il palco un robusto quantitativo di persone, che danno il giusto tributo alla serata.
Piccola chiosa dedicata ai "puristi": il concerto é stato ottimo sotto tutti i punti di vista, anche con i suoi picchi notevoli. Quindi ci sentiamo di dire, dato il giusto tributo a chi per varie ragioni non c'é più, lunga vita a HOWE e compagni, perché fra non molto, resterà davvero poco.

lunedì 30 maggio 2016

Aldo Tagliapietra Band al Verona Prog Fest 2016, di Daniele Raimondi-Immagini di Renzo De Grandi


Aldo Tagliapietra Band al Verona  Prog Fest 2016
di Daniele Raimondi
Fotografie di Renzo De Grandi

Nella vita c’è sempre spazio per un “nobile” live, dove il dialogo incastra alla perfezione note e poesia, in un quadro e cornice. Aldo e la sua Band alla conquista della "cronosfera", sabato 28 maggio 2016, sul palco amico del Club il Giardino di Lugagnano, riabbraccia uno storico album, senza le pieghe del tempo, per un viaggio di incontri, dalle fresche e stagionate scritture, alle passioni e partiture, dalle squisite letture. Aldo Tagliapietra, basso e voce, accompagnato sulla scena da tre affezionati e preparati musicisti: Andrea De Nardi, hammond e tutte le tastiere esistenti, Matteo Ballarin, chitarra elettrica e classica e Manuel Smaniotto alla batteria.
Una creatività senza limiti, una storia che proviene da… tutt’altra storia, con forme di composizione che rispecchiano, nelle sue parti costruttive, il ritmo e le melodie, caratteristiche che continuano da lunghissimi anni. Aldo Tagliapietra, con il suo personale stile, non nasconde l’indubbia genialità stilistica e rivela tutto il virtuosismo strumentale, una voce di grande nitidezza, l’efficace incisività in un tessuto morbido, una robusta fattura armonica e porta sul palco, “Verità nascoste”, scritto nel 1976, uno spicchio di una leggendaria carriera fatta di note e poesie emozionali.
Dall’album “Verità nascoste”: “Insieme al concerto”, “Il gradino più stretto del cielo”, “Vedi Amsterdam”, Regina al Troubadour”, “In ottobre”, “Verità nascoste”, “India” e “Radiofelicità”.
Aldo mescola le “Note” e incastra brani dalle armonie diverse: “L’Angelo rinchiuso”, “Nella pietra e nel vento”, “Los Angeles”, “Un Angelo”, “Gioco di bimba”, “Frutto acerbo” e “Amico di ieri”. Si butta a capofitto sulla straordinaria suite di “Felona & Sorona” e termina con “Collage”. Gli applausi aumentano per quantità e volume, e Aldo regala in finale di serata due perle, “Cemento armato” e “Canzone d’amore”.
Due ore e trenta di autentico spettacolo, con acrobazie di note e di emozioni che prendono forma, perché dal passato si può imparare ad ascoltare.
Aldo Tagliapietra, mostra un’energia espressiva inesauribile, il suo talento costruttivo, una sottile sensibilità per il timbro e merita grande considerazione per quel tesoro di partiture che si è cucito addosso, Andrea volteggia eintarsia con le tastiere, Matteo mette a dura prova la tenuta delle corde, con vibrazioni interminabili, Manuel picchia forte e con un assolo da brividi fa spellare le mani. La Band, si diverte e viaggia compatta ad alta quota, ricamando passaggi di autentica bellezza musicale, la ricca offerta di opere delicate e atteggiamenti travolgenti, come pennellate di colore, un impasto lineare di voce e strumenti, con il numeroso pubblico a gradire.

Siamo ai titoli finali e passano i giorni, passano le ore, ma non si dimentica un pezzo di storia.


domenica 29 maggio 2016

Gli auguri di Wazza ad Athos


Hello,
compie gli anni oggi, 29 maggio, Athos Enrile, scrittore, narratore, critico musicale, viaggiatore, dna musica prog e non solo.
Ho conosciuto il "PelAthos" molto tempo fa, quando era un "normale", fan che frequentava  concerti e convention. La sua grande passione e preparazione l'ha portato a essere un punto di riferimento nel panorama prog, sopratutto in internet.
Recensore di dischi (per me troppo buono), non ne ha mai "stroncato" uno! Fondatore insieme agli amici di "MusicArTeam" di MAT2020, giornale on-line (gratuito), in cui indebitamente ho scritto alcune "wazzate".
Ma il suo capolavoro (a tutt'oggi), rimane il suo libro "Le ali della musica", un racconto, sensazioni, sui miti del rock che ha incontrato nella sua vita, in uscita in concomitanza con... il suo compleanno! Consigliato a tutti..
Buon Compleanno Athos… continua così!
Wazza


venerdì 27 maggio 2016

BARACHETTI / RUGGERI “WHITE OUT”, di Andrea Zappaterra


BARACHETTI / RUGGERI
“WHITE OUT”
di Andrea Zappaterra

White Out”, primo disco dei Barachetti / Ruggeri: un duo, anzi un Due, formato da Luca Barachetti (ex Bancale) e Enrico Ruggeri (ex Hogwash, oggi musicista sperimentale) e basato sull'incontro / scontro di due visioni espressive, che portano in dote voce e suono, parola e ritmo, corpo e trama.

E’ un lavoro molto cerebrale, un LP dove è un po’ come ascoltare una messa laica, un sentimento diffuso che cova sotto la cenere e che esiste drammaticamente anche se si cerca di non vederlo.
E’ il disagio di questa nuova modernità Occidentale, o come dicono loro stessi cogliendo in pieno il sintomo: “ Il suo  male di testa è tensivo. E' frontale, laterale, occipitale. E' bianco. E' un black-out bianco. E' stress fisico, psicologico. E' la necessità di essere sempre più produttivi, sempre più performativi. E' il senso di colpa di non esserlo abbastanza. E' una vita di dieci ore davanti a uno schermo, a un computer, a uno smartphone, a una televisione. E' la ripetizione di uno stesso gesto centinaia di volte. E' il contratto che scade. E' il tutti contro tutti in azienda, in famiglia, nel mondo-giungla. E' lo smarrimento e la guerriglia. E' abbaglio, macchia oculare, brachicardia, tachicardia, sonnolenza, acufene, disfunzione sessuale, formicolio, reflusso, vuoto di stomaco, tremore. E' la melancolia dell'automazione, dell'alienazione, di chi non sa più guardare il cielo ma solo l'orizzonte. La melancolia lieve, diffusa, implosiva, livida. Come l'orizzonte livido, assente perché non c'è un'utopia, non c'è una fede, non c'è una tensione verso l'assoluto in grado di proteggerlo dal Nulla. Gli è rimasto solo il mercato. La totale assenza di significati della realtà ultravelocizzata e conformata a prodotto. Il Nulla alfanumerico dove ogni cosa è devota al denaro come unico generatore di valori. Il denaro e la sua crescita infinita. Il denaro e un corpo. Il corpo occidente devitalizzato che il mercato ha reso consumatore e la tecnica funzionario. Un oggetto organico incapace di trovare nel proprio essere-nel-mondo un senso oltre quello annichilente della propria reificazione, della propria consumazione di produttore e consumatore. Un qualcosa che colmi l'assurdo di una vita-verso-la-morte (biologica e ancor prima psichica) a cui il bancomat non può dare nessuna risposta.”


La musica qui è scarna, volutamente provocatoria, fatta più di sonorità allucinatorie che ritmiche, psichicamente coerenti col discorso testuale, ripetitiva come i nostri gesti, inconsistente come la nostra vita, nella quale tuttavia pensiamo anche di essere felici, ma mai realizzati.
La voce strozzata e stentorea sottolinea il disagio e l’alienazione, e in un certo senso evoca forse più il lavoro teatrale di Carmelo Bene che un’opera musicale, ma lascia comunque interdetti esprimendo chiaramente la drammaticità del nostro vivere.
Da una parte una manciata di testi in forma di poesia scritti da Luca Barachetti, una poesia che però deve fare i conti con altro suono; dall'altra le macchine analogiche, gli strumenti autocostruiti e gli strumenti tradizionali (ma suonati in modo atipico) di Enrico Ruggeri, per la prima volta alle prese con delle parole dall'inizio del suo percorso sperimentale.
Dodici brani divisi fra otto tracce sul e nel male di testa (come rappresentazioni e disvelamenti: “Dolore bianco”, “Corpo Occidente”, “Pulsa”, “Macula”, “White Out”, “Mare morto”, “Panda psichico”, “Uomo occipitale”) e quattro tracce analgesiche (come tentativi di ribellione salvifica: “Uomo scritturato”, “San Sebastiano”, “Cretto del vero”, “Fiume verticale”).

Una massa sonora che è il frutto di tre anni di lavoro e di un vagare fra influenze, stimoli e suggestioni suonando poco, riflettendo tanto, mangiando e ridendo molto, umanamente. “White Out” è insomma l'approdo artistico, politico, personale di un ritrovarsi nel grande black out bianco del contemporaneo accelerato, dove l'orizzonte è scomparso, il paesaggio è freddo, disumano e ogni cosa è indistinguibile. Ma in questo bianco baluginante dove la nostra testa pulsa e ci dice che siamo esseri cardiaci di carne, nervi e sangue possiamo ricominciare a lasciarci travolgere dalla realtà, a farci trafiggere dall'amore e spaccare dalla consapevolezza. Per rialzare il cranio verso un'azzurrità salvifica. Una reazione vitale mai come ora necessaria: uomini occipitali che tornano ad essere Uomini verticali.” Come da loro stessi sostenuto.


Link


 Contatti
Macramè – Trame comunicative

 
                                                                                              



giovedì 26 maggio 2016

1° Concerto di Musica D'Avanguardia:1973


Quando i festival Pop non finivano a Roma…

Si teneva nelle giornate del 26 e 27 maggio 1973 il " ", presso il Teatro Politeama a Palermo.
Non si hanno grandi notizie in merito ma vedendo il cartellone, a parte qualcuno come i romani Semiramis e L'Uovo di Colombo, la maggior parte erano quasi tutti gruppi della area Bergamo- Milano – Genova. 
Già all'epoca esisteva il caso "New Trolls", infatti c'erano i New Trolls di Vittorio De Scalzi e i New Trolls di Nico di Palo (!!??); presenti anche gli Alphataurus che esordivano con il primo album, a cui partecipava anche Vittorio de Scalzi.
Sicuramente, questo festival non sarà passato alla storia, ma avercene!
Di tutto un Pop…
Wazza

I Semiramis in azione





mercoledì 25 maggio 2016

TOUR DATES 25 – 28 MAGGIO 2016, di Zia Ross

TOUR DATES 25 – 28 MAGGIO 2016



Mercoledì 25/05

BLUE NOTE - Via Borsieri, 37 - Q.re IsolaMILANO (MI)
CHUCHO VALDES
Ore 21.00

GRAN TEATRO GEOX EX FORO BOARIO- Corso Australia- PADOVA (PD)
ELVIS COSTELLO
info: 049/8644888 - www.granteatrogeox.com

ASSOCIAZIONE SHERWOODVia Teramo 13 MILANO (MI)
MUSICA COME ESPERIENZA
TRE LEZIONI DI PATRIZIO FARISELLI
E' NECESSARIO PRENOTARE 333 1392420
Musica come esperienza
Patrizio Fariselli
La musica come esperienza: creazione e condivisione
Tre lezioni di Patrizio Fariselli
aperte a tutti, musicisti e non
Prezzi popolari
Mercoledì 25 maggio, h. 18
Musica e stati di coscienza non ordinaria. Ciclicità e trance.
Associazione SHERWOOD Via Teramo 13 Milano
Informazioni e prenotazioni 333 1392420
15 Euro


25-26 maggio 2016

TEATRO VERDIpiazza Cardinal Casaroli (piazza della collegiata)CASTEL SAN GIOVANNI (PC)
SOUND CHECK CON
GIORGIO FICO PIAZZA • ROSARIO DE COLA • ALDO ASCOLESE • GIANLUCA ORIGONE
info: ancora un evento per le scuole di Castel San Giovanni.
SOUND CHECK con
Giorgio Fico Piazza • Rosario De Cola • Aldo Ascolese • Gianluca Origone
Avere la possibilità di assistere alla preparazione di uno spettacolo musicale con Giorgio Fico Piazza, storico bassista della PFM e non solo...
il tutto finirà con una serata APERTA a TUTTI e un concerto con Ospiti di assoluto valore..
Rosario De Cola che ricorderà, con il gruppo di Fico Piazza, il periodo di collaborazione con Lucio Battisti
Aldo Ascolese che, invece, interpreterà alcuni pezzi di Fabrizio De Andrè.
Da ricordare che Giorgio "Fico" Piazza era il bassista nella "BUONA NOVELLA"....
mi sembra una buona opportunità per le scuole e per tutta la comunità castellana e non...
per questo nuovo e particolare evento dobbiamo ringraziare la sensibilità e la disponibilità della nostra Amministrazione e dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Castel San Giovanni.
Prova generale in teatro giov 26 ore 21


Giovedì 26/05

TEATRO CARLO FELICEPASSO EUGENIO MONTALE 4GENOVA (GE)
EZIO BOSSO - THE 12TH ROOM
info: 010/53811 - www.carlofelice.it

OFFICINE CORSAREvia Giorgio Pallavicino 35TORINO (TO)
SLIVOVITZ
La loro musica parte dalle radici del jazz-rock e del progressive partenopeo per traghettarle verso contaminazioni nuove, etniche, mediorientali. Nati a Napoli nel 2001, sono una band tutta italiana di sette elementi. L’ultimo album s’intitola “All You Can Eat”.


Venerdì 27/05

LA CASA DI ALEX - LA CASA DEL ROCK PROGRESSIVO E DINTORNI- Via Moncalieri, 5 - Milano (MI)
SLIVOVITZ E DUO ARANGIO (OP. ACT.)
Tessera associativa obbligatoria con validità annuale: 5 euro – ingresso 10 euro
Slivovitz:
Derek di Perri: harmonica
Marcello Giannini : electric and acoustic guitars
Vincenzo Lamagna : bass guitar
Salvatore Rainone : drums
Ciro Riccardi : trumpet
Pietro Santangelo : tenor & alto Sax
Riccardo Villari : acoustic and electric violin
Gli Slivovitz nascono a Napoli nel 2001, la loro musica è da sempre caratterizzata dalla grande varietà di stili e di riferimenti geografici tra i più disparati. Dal Jazz al Rock, dall’America ai Balcani passando per il Mediterraneo, hanno pubblicato tre dischi dal sound progressivamente sempre più riconoscibile: il primo, omonimo pubblicato nel 2006 dall’etichetta milanese Ethnoworld, ed altri due, “Hubris” e “Bani Ahead”, pubblicati rispettivamente nel 2009 e nel 2011 dalla Newyorkese Moonjune Records, prestigiosa etichetta del panorama avant jazz e progressive.
Gli indiscussi maestri Napoletani del progressive gypsy electro eclectic jazz, ritornano in studio dopo un’assenza di quattro anni. Il loro precedente lavoro per la newyorkese Moonjune Records, il trascinante Bani Ahead, aveva visto gli Slivovitz alzare la posta in gioco verso nuove vette : adattando la forma del modern jazz agli stilemi del rock post-Zappiano in maniera gioiosa ed effervescente. L’ansiosa attesa dei fan del settetto Italiano per il disco nuovo sarà ampiamente soddisfatta dal nuovo All-You-Can-Eat. Come il titolo indica, i musicisti, sia individualmente che collettivamente, avanzano a pie’ sospinto nel reame dell’eccesso, mescolando insieme, in una variegata tavolozza, esempi brillanti della più rafinata cucina sonica Italiana. Mitigando arrangiamenti complessi e drastiche variazioni compositive con grazia e agilità tecnica, il gruppo mostra – su piani sfalsati – chiarezza, inventiva ed unità attraverso un banchetto luculliano per le orecchie. Non diversamente dal distillato da cui traggono il nome, i Napoletani alfieri del progressive jazz rock ad alta gradazione di pariamiento diventano sempre più gustosi e rafinati con l’età. All-You-Can-Eat è un pasto musicale sfrigolante e soddisfacente che non smetterete di desiderare … un assaggio e ne vorrete ancora!
Chi pensava che Bani Ahead fosse il miglior disco degli Slivovitz forse ha lasciato la cena troppo presto: questo capolavoro è il piatto forte, preparato con sapori robusti ed essenze piccanti che continueranno a farne desiderare ancora!
Duo Arangio
Franco Cortellessa: Chitarra
Roberto Bartolini: Chitarra
Duo acustico attivo dal 1980, formato da Franco Cortellessa e Roberto Bartolini. Entrambi attivi da anni sia in contesti sia jazz che rock, presentano un set in cui l’improvvisazione e l’interplay si muovono giocando tra melodie originali e ritmi che esaltano le caratteristiche della chitarra acustica. Franco Cortellessa ha all’attivo numerose collaborazioni con musicisti di notevole fama internazionale, come Ralph Towner degli Oregon, Guido Mazzon, Maurizio Brunod, Nicola Cattaneo. Roberto Bartolini è componente di Talking Drum, tributo King Crimson 72-74, e del trio di improvvisazione Lost in Yuma
Inizio concerto ore 21.30

JAILBREAK LIVE CLUB - Va Tiburtina 870 - ROMA (RM)
THE NIGHT OF GUITARS
Sarà il Jailbreak – lo storico locale capitolino, divenuto ormai luogo cult della grande musica a Roma- ad ospitare l’evento che renderà felici appassionati della musica, del talento e di tutto quanto ruota al mondo della Chitarra.
Sarà tutto in una notte: “The Night of Guitars” appunto.
Ospiti nazionali e internazionali, attesi all’evento annunciato per venerdì 27 Maggio saranno (in ordine rigorosamente alfabetico):
ALESSANDRO RICCARDI
ANDREA LANZILLO
BRUNO CAVICCHINI
FABIANA TESTA
FRANK MARRELLI
FILIPPO MARCHEGGIANI
FRANCESCO CONTE
FULVIO FELICIANO
GIUSEPPE SILVESTRI
LEONARDO PORCHEDDU
MARCO K-ACE CAPASSO
MARCO ROSSETTI
MARKO PAVIC
MASSIMO RECKLESS FABLE CANFORA
MAURIZIO ANGUS BIDOLI
MIROSLAV BRANKOVIC
NICOLA DI GIÀ
SRDJAN BRANKOVIC
VUKASIN RODIC
Ma non finisce mica qui… Oltre ai grandi nomi legati alle 6 corde, sono attesi altri ospiti speciali: da Dario Esposito (Il Balletto di Bronzo, Deelay, Francesca Baioni) a Nikola Mijic (AlogiA, Expedition Delta, Eden’s Curse) e, oltre alla presenza di marchi di prestigio quali Chianti Rock e Dolphin Sound Effects, Guitex Guitars, interessanti, esclusive sorprese saranno annunciate a breve.
Siamo orgogliosi di poter ospitare il The Night of Guitars Festival” dice Angelo Mercuri, Direttore Artistico e General Manager di quello che, dal 2001, viene considerato il tempio del rock. “Il Jailbreak Live Club propone da sempre show di alta qualità. Viene offerto agli artisti un contesto professionale, moderno, curato in ogni dettaglio sia per il sound, attraverso l'installazione di un impianto di nuova generazione a 30.000 watt di potenza, che per le luci. E l’atmosfera e l’accoglienza riconducono a quel mood artistico, vibrante, dei pub londinesi in cui si vive a pieno l’essenza dei live. Negli ultimi anni, grazie all'attuale gestione –ribadisce del Jailbreak - si sono esibiti i capostipiti che hanno forgiato le pagine più importanti della storia musicale. Ed oggi siamo veramente onorati di poter accogliere, tutti in un solo evento, grandi talenti chitarristici che vantano collaborazioni con band che hanno segnato la storia musicale italiana (Banco del Mutuo Soccorso, Il Balletto di Bronzo) e internazionale (Leon Hendrix, Vinnie Moore, Mike Terrana, Uli Jon Roth, Eric Martin, Kee Marcello, AlogiA, Pavic, Expedition Delta…). Una particolare menzione e ringraziamento va infine ad Axe Magazine, Rock by Wild, e a TUTTI i partners mediatici che ci onorano del loro prezioso supporto”.
Un posto d’onore sul palco sarà riservato ai due conduttori: due volti noti –stimati e amati- nella scena musicale della capitale quali Eugenio Stefanizzi e Francesca Flati; e fuori palco particolare plauso a Mirella Catena che si è prodigata on air per offrire spazio e voce a tutti i protagonisti del Festival!
Mirella Catena con le sue interviste a ciascun protagonista del Festival, ha reso familiari le voci, i pensieri e il talento dei musicisti ospiti, a tutti gli ascoltatori di Over The Wall e Rock & News
Last but not least, ci saranno, al gran completo gli Expedition Delta di Srdjan Brankovic che presenteranno - in anteprima mondiale- brani dal nuovo album annunciato in uscita per l’americana Perris Records e atteso negli stores mondiali.
Amanti della buona musica siete avvisati: impossibile mancare!
Sei corde moltiplicate all’ennesima potenza, un numero da capogiro di artisti dalla bravura pazzesca, vi regaleranno minuti infiniti di memorabili emozioni.

CENTRO CULTURALE CHEZ DONELLAvia Postumia 41TREVISO (TV)
DONELLA DEL MONACO, LINO VAIRETTI E JENNY SORRENTI
Chez Donella presenta: Alle radici del Prog, venerdì 27 maggio 2016 Treviso. Un incontro eccezionale con i fondatori di tre gruppi storici della musica progressive: Donella Del Monaco, padrona di casa e fondatrice degli Opus Avantra, con gli amici Lino Vairetti degli Osanna e Jenny Sorrenti dei Saint Just.
Posti limitati.
Per partecipare scrivere a: academy@donelladelmonaco.com - Vi verrà confermata via mail la disponibiltà del posto. A seguire un brindisi in salotto

ALTROQUANDO - via Corniani 32ZERO BRANCO (TV)
EVELINE’S DUST
Gli Eveline’s Dust sono Nicola Pedreschi (tastiere e voce), Lorenzo Gherarducci (chitarre), Angelo Carmignani (batteria) e Marco Carloni (basso). Band ispirata al Progressive Rock classico anni ‘70 italiano ed inglese (dai Perigeo ai King Crimson, dal Banco ai Genesis), e moderno: Steven Wilson su tutti. Nel Gennaio 2013 è uscito il primo EP “Time changes” , mentre da poco hanno pubblicato il nuovo lavoro “The Painkeeper” (leggi la genesi dell’album).

TEATRO MANZONIPiazza Petazzi 18SESTO SAN GIOVANNI (MI)
PER FARE MUSICA – LA PRIMA PFM CON GIORGIO FICO PIAZZA
INFO PRENOTAZIONE E ACQUISTO PREVENDITE sul sito del teatro
o TRAMITE MESSAGGIO PRIVATO ALLA PAGINA "PER FARE MUSICA"
o presso:
-Teatro Manzoni, P.zza Petazzi 18, Sesto S. G. (tel. 3409703280)
-Sale prove Spazio Arte, Via Maestri del Lavoro, Sesto S. G. (Tel. 3477614244)
-Clinica del Computer, Via Podgora 149, Sesto S. G. (Tel. 0298997382)
Oppure col bonifico sul conto: Un Ponte Per Sesto Onlus (Iban: IT17R0312733820000000001636) presentando la ricevuta al concerto.
Alcune incantevoli sonorità sono rimaste sigillate negli anni d’oro della musica, in attesa di essere risvegliate quando i tempi fossero stati maturi.
Tra gli artisti che hanno partecipato alla loro creazione, unendo le aggraziate armonie degli strumenti classici alla potenza dei sintetizzatori e degli organi, vi è la Premiata Forneria Marconi, che nel ‘72 incide due storici Concept Album di rock progressivo, “Storia di un Minuto” e “Per un Amico”, ai quali Giorgio, Premoli, Mussida, Pagani e Di Cioccio si dedicano assiduamente per due anni.
Ciò che ci imponiamo di fare è riprodurre, oltre alle note, le sensazioni e le intenzioni contenute in questi dischi (eseguiti per la prima volta per intero) per consentire a tutti di apprezzare la loro equilibrata quanto affascinante costruzione:
Permetteteci di stupirvi.
PER FARE MUSICA” sono:
Giuseppe Perna – Voci, Tastiere
Riccardo Campagno – Voci, Tastiere
Eric Zanoni – Chitarra Acustica & Elettrica, Cori
Marco Fabbri – Batteria, Percussioni
Lorenzo Tagliafico – Ingegnere del Suono
……e ovviamente Fico al basso!
Alla fine del concerto vi sarà la possibilità di incontrare i musicisti.
INIZIO CONCERTO: 21:30
COSTO BIGLIETTO: 12 euro

NESSUN DORMA PUBViale Tivoli 89 PALOMBARA SABINA (RM)
LATERAL BLAST
info: 333 8083211
I Lateral Blast sono una rock band italiana di musica sperimentale, con un repertorio che affonda le radici nella tradizione del progressive rock, mescolandolo ad influenze più moderne. Ne risulta un sound eclettico che si adatta facilmente agli standard dei giorni nostri. Questo grazie alla volontà della band di sperimentare sonorità sempre nuove, non disdegnando l’ispirazione di generi “classici” ed affidandosi allo stesso tempo ad un ascolto che guarda al presente.

FORTE MARGHERAVia Forte Marghera, 30- MARGHERA (VE)
LEPTONS
info: 041 531 9706 - www.fortemarghera.org
I Leptons sono una band nata per portare sui palchi la musica creata dal chitarrista, cantante e compositore sardo Lorenzo Monni. Il primo lavoro pubblicato è “Between Myth and Absence” (2015).
Inizio concerto ore 22

STRIKE SPAVia U. Partini 21 • Staz.Tiburtina, PortonaccioROMA (RM)
WU MING CONTINGENT
info: 06/295953 - 347/1959714 - www.strike-spa.net
Schegge di Shrapnel” nasce da un reading che Wu Ming Contingent presentó a Berlino nella primavera scorsa. In questi mesi il materiale musicale e testuale si è arricchito, ha raggiunto una nuova profondità, e ha convinto i membri della band a registrarlo.
Le voci che si alternano sono quelle di chi combattè in trincea durante il primo conflitto mondiale. Sono voci dal quotidiano, dal giorno-per-giorno di una generazione mandata al massacro.
Sotto l’aspetto musicale, si tratta di materiale che è nato da jam sessions, e che presenta molteplici influenze. Il legame con Bioscop, il primo lavoro della band, è palpabile ma si tratta di un passo avanti in termini di ambizione, ricerca timbrica, utilizzo di fonti sonore che vanno oltre lo schema chitarra-basso-batteria che caratterizzava il materiale precedente.
Il lavoro ha uno stretto legame tematico con il nuovo romanzo di Wu Ming, L’invisibile Ovunque, uscito a Novembre 2015 . In entrambi i casi l’obiettivo è puntato sulle vicende della prima guerra mondiale. Schegge di Shrapnel costituisce però un’esperienza musicale e narrativa autonoma, con una propria poetica e che traccia un percorso di ricerca progressivo, polifonico e multiforme.

BREAK IN JAZZPIAZZA MERCANTIMILANO (MI)
FRANCO CERRI
BREAK IN JAZZ 2016 • XX EDIZIONE
Info: 02/54050100 - www.scuolecivichemilano.it
dalle ore 13 alle 14 - ingresso libero

BOCA BARRANCAviale Italia 301RAVENNA (RA)
MANDOLIN BROTHERS

CAP10100corso Moncalieri 18TORINO (TO)
TORTOISE
Tornano in Italia i Tortoise, la più nota formazione della scena post-rock di Chicago, con il tour che segue l’uscita del nuovo album “The Catastrophist”.
Inizio concerto ore 21
Costo biglietto 15 euro + diritti prevendita

TEATRO VERDI VIA GHIBELLINA 99FIRENZE (FI)
ELVIS COSTELLO
info: 055/213496 – 055/212320 - http://www.teatroverdionline.it

OUTSIDERPUBVia San Cassiano, 72QUINTO (TV)
TOLO MARTON


27-28 maggio 2016

BLUE NOTE - Via Borsieri, 37 - Q.re IsolaMILANO (MI)
LEE RITENOUR
Ore 21.00


27-29 maggio 2016

ACOUSTIC GUITAR VILLAGEFortezza Firmafede Sarzana (SP)
"ACUSTIC GUITAR VILLAGE"
info: www.acousticguitarmeeting.net - Tel. +39 0187 626 993 - Fax +39 0187 626 993 - info@armadilloclub.org - acguitar@armadilloclub.org
dal 27 al 29 maggio si terrà a Sarzana "Acustic Guitar Village"
Si alterneranno ottimi musicisti tra i quali TITOSCHIPA JR, PAOLA TURCI, VITTORIO DE SCALZI...
Domenica 29 maggio l'OMAGGIO A RODOLFO MALTESE (spesso presente in questa manifestazione), da parte dell'amico/collega GIOVANNI PELOSI + guest


27 maggio / 12 giugno 2016

LO SPIRITO DEL PIANETAPolo FieristicoCHIUDUNO (BG)
LO SPIRITO DEL PIANETA
ven 27 mag
DAVIDE VAN DE SFROOS
THE SHIVER
sab 28 mag
MICHAEL MC GOLDRICK BAND
dom 29 mag
GOITSE
mar 02 giu
ANTONIO CASTRIGNANÒ


Sabato 28/05

CLUB IL GIARDINO LUGAGNANO via Cao del Prà, 82 - LUGAGNANO (VR)
ALDO TAGLIAPIETRA & BAND
Nota: per l’ingresso è obbligatorio tesserarsi al club al costo di 10 euro; in più è previsto un contributo variabile per il concerto. Per tutti i dettagli contattare il Club Il Giardino
Dopo lo strepitoso concerto degli Osanna un'altra perla del Prog Fest sabato prossimo 28 maggio con Aldo Tagliapietra (EX Le Orme) con la sua band per una serata all'insegna dei più grandi successi delle Orme ed in particolar modo per apprezzare ancora il bellissimo album Verità Nascoste nel quarantesimo anniversario dalla pubblicazione.
Giardino

TEATRO KENNEDYVia Pepe - FasanoFASANO (BR)
GOBLIN REBIRTH - “SOUNDS + VISIONS AND IMAGINATIVE”
FASANO JAZZ 2016 – XIX EDIZIONE
info: Domenico De Mola
Responsabile Ufficio Attività Culturali – Direzione Servizi Generali
Comune di Fasano
Tel. 080.4394180
Tel. 080.4394204
Fasano Jazz:
Synpress44 Ufficio Stampa:
Dopo 41 anni tornano a Fasano Agostino Marangolo e Fabio Pignatelli con la loro nuova formazione, i Goblin Rebirth. Tutto nasce nel 2010, quando la storica sezione ritmica dei Goblin decide di mettere in piedi un progetto, sostanzialmente live, per far riscoprire le opere minori della band icona dell’horror prog italiano. Non solo quindi i più grandi successi (“Profondo Rosso”, “Suspiria” e “Zombi”), ma anche brani come “Buio Omega”, “La Chiesa” e “Contamination” iniziano a trovare spazio e a riscuotere consensi. Per completare la line up vengono chiamati il chitarrista Giacomo Anselmi, il pianista Aidam Zannit e il tastierista Danilo Cherni. Forti dell’affiatamento scaturito dalle esibizioni sul palco, i Goblin Rebirth hanno pubblicato lo scorso anno il loro disco d’esordio, contenente brani inediti e, come vuole la tradizione, rigorosamente strumentali.
Inizio concerto ore 21
COSTO BIGLIETTO 10 EURO

CIRCOLO CULTURALE IL PEOCIO- Via Belvedere 31TROFARELLO (TO)
JENNIFER BATTEN - OPEN ACT TARA DEGLI INNOCENTI
info: 338/7552827 - www.ilpeocio.com

NEW AROUND MIDNIGHTVia Giuseppe Bonito, 32 NAPOLI (NA)
I PAGELOSERI: PASQUALE ROMANO - GENNARO BARBA LORENZO FEDERICI SERGIO SANSONE
Serata fine all'insegna del divertimento e della musica jazz con i Pageloseri

CENTRO VISITE GRADINA RISERVA NATURALE DEI LAGHI DI DOBERDÒ E PIETRAROSSAVIA VALLONE 32DOBERDÒ DEL LAGO (GO)
I SALICI
La band friulana de I Salici nasce nel 2009 dall’incontro di sonorità psichedeliche con la musica medioevale del 1200, musica che ancora oggi anima molti momenti delle performance live. Lo scorso anno è uscito il nuovo album “Sowing Light”.
Inizio concerto ore 18

ACOUSTIC GUITAR VILLAGEFortezza Firmafede Sarzana (SP)
TITO SCHIPA JR
"ACUSTIC GUITAR VILLAGE"
info: www.acousticguitarmeeting.net - Tel. +39 0187 626 993 - Fax +39 0187 626 993 - info@armadilloclub.org - acguitar@armadilloclub.org
Il prossimo appuntamento con Tito Schipa Jr sarà a Sarzana (Sp), sabato 28 maggio per l'Acoustic Guitar Village.
Alle ore 21, nella Fortezza Firmafede, Tito sarà in concerto con il suo "Dylaniato" in una successione sul palco di ospiti italiani e internazionali: Sukarma (Nepal), Muriel Anderson (Usa), Tito Schipa Jr., Vittorio De Scalzi & Andrea Maddalone, Paola Turci. Inoltre, per "FIGLI DI DYLAN", celebrazione dei 75 anni di Bob Dylan, previste durante la giornata le performance di: Francesco Lucarelli & Rawstars, Massimiliano Spada, Roberta Barabino, Renzo Cozzani, Chiara Ragnini, Stefano Fedele, Massimo Donno, Jackie Perkins (Usa), Luca Burgalassi Quartet, Luigi Grechi, Tiziano Mazzoni, Stefano Santangelo.
Con la partecipazione straordinaria di Tito Schipa Jr.
I biglietti per il concerto alla Fortezza si possono acquistare su vivaticket.it, punto IAT Sarzana, Circolo Fantoni, Armadillo Club (Interi € 18 + 2 prevendita - Ridotti € 15 + 2 prevendita)

LATTERIA MOLLOY - Via Marziale Ducos 2/B - BRESCIA (BS)
TORTOISE
Tornano in Italia i Tortoise, la più nota formazione della scena post-rock di Chicago, con il tour che segue l’uscita del nuovo album “The Catastrophist”.
Inizio concerto ore 22
Costo biglietto 18 euro + 1,50 euro diritti prevendita

REAL TEATRO SANTA CECILIAPiazza Teatro Santa Cecilia, 5PALERMO (PA)
JURI CAMISASCA E ROSARIO DI BELLA
info: 338 455 7511
Juri Camisasca e Rosario Di Bella hanno da poco pubblicato l’album “Spirituality”, il punto d’incontro di due percorsi radicali e unici, guidati dall’urgenza della ricerca di un ‘‘totalmente Altro’’ nel campo della musica e della consapevolezza spirituale. In un’epoca logorata dalla fretta, dall’incertezza e dallo smarrimento, da una crisi di valori, l’indagine di Juri Camisasca e Rosario Di Bella restituisce centralità alla crescita dell’individuo, passando senza dogmatismi attraverso l’esperienza delle religioni e delle culture dello Spirito. Ne scaturisce un progetto misterioso e affascinante, intimo e solenne, animato da un’energia profonda e da una tensione verticale, capace di mettere in relazione il misticismo del canto gregoriano con le nuove tendenze dell’elettronica, la cantabilità del pop con il raccoglimento della meditazione, suonando contemporaneo eppure senza tempo. Questa sera i due artisti presenteranno il loro album.
Inizio concerto ore 21
Costo biglietto 12 euro

LAB_ENDvia Remigia 8 - SAN LAZZARO DI SAVENA (BO)
MARBLE HOUSE
LAB_END SUMMER CONTEST
Raccontare, interpretare, sognare, realizzare. Marble House mira a portare in scena storie in musica, attraverso esplosioni sonore e melodie melancoliche, il tutto contornato da liriche romantiche e cambi di tempo frenetici quanto imprevedibili.
Inizio concerto ore 22
Ingresso riservato ai soci ENCAP. Contributo 5 euro per i già soci, nuovi tesserati 10 euro, tessera compresa

CASALE ROCKvia del Barco sncTIVOLI (RM)
OAK - ROCKBOOK
info: “Rockbook”, il nuovo progetto di Jerry Cutillo e OAK basato sul nuovo album “Viandanze”, diventa un live show senza precedenti, che coniuga l’impatto di forme sonore e Art Rock con il nuovo e più avanzato Progressive italiano. Un “Rockbook” il cui percorso vede le composizioni di Jerry Cutillo, sorretto da otto artisti tra cui il maestro F. De Renzi e Al Bruno (membro della R. Fripp league of crafty guitarists) intrecciarsi con le esperienze del giornalista Maurizio Baiata, dello scrittore Pino Mereu e della sociologa e critico d’arte Pamela Cento che, sulle onde del sesto cd degli OAK, diventano happening, incontro, creatività e racconto. Il leader della formazione, che ha al suo attivo collaborazioni con autentiche icone anni ’70, come David Jackson, Glenn Cornick, Richard Sinclair, Dave Pegg, Sonja Kristina ed altri, con “Rockbook” lancia un nuovo paradigma musicale: l’espressione del Rock Progressivo non ha limiti né confini, storici, geografici e stilistici. La sua energia e il suo potente messaggio multimediale vanno al cuore delle emozioni, dalle magiche radici folkloriche alle atmosfere sospese fra sogno e realtà, da scoprire in “Rockbook”.

CIRCOLO ARCI FUORILUOGOcorso Brescia 14 TORINO (TO)
RUNAWAY TOTEM
Dalla collaborazione della Compagnia Teatro Ribelle di Finale Emilia e il gruppo musicale trentino Runaway Totem, nasce il progetto di Poesia Sonora Multisensoriale “La Traccia”, testo del poeta e filosofo trentino Eros Olivotto. Musiche di Roberto Gottardi (Cahål de Bêtêl), Giuseppe Buttiglione (Dauno). Video di Raffaello Regoli (Re-tuz). Voci incipit Tamara Zucchi, Marzia Bagnoli. Contributo tecnico di Emanuela Artioli e Gianni Fornesi Silva.
La piéce è uno spettacolo che introduce lo spettatore in una dimensione fetale, riportandolo alla condizione pre-natale nel grembo materno. Questa posizione a ritroso offre la possibilità di poter risentire e riconoscere il battito ritmico del cuore (contrabbasso di Dauno); i suoni ovattati ed indefiniti ma riconducibili all’ambiente esterno in cui vive la madre (liuteria elettronica di Cahål de Bêtêl); i versi che descrivono la parabola della vita in cui il futuro bambino vivrà e la descrizione degli elementi naturali che permetteranno la sua vita (la voce di Re-tuz); le sibilline frasi che incideranno su ciò che darà forma e carattere alla vita (le voci di Tamara e Marzia).
Inoltre i colori dei contributi video, virati nel rosso, come se la luce trasparisse nel ventre della madre, attraverso il sangue ed il liquido che avvolge la nuova vita. Tutto questo per dare la sensazione di un viaggio ancestrale, in cui la realtà sfugge, come durante il mitico «Trip», con la consapevolezza però, di essere completamente coscienti e non a rischio della salute.
Un cammino nel tempo di 70 minuti in cui lasciarsi trasportare e volare con la fantasia.
Inizio spettacolo ore 21

SPAZIO “TIZIANO ZALLI” – CENTRO DIREZIONALE BIPIELLEvia Polenghi Lombardo 13 LODI (LO)
SINTONIA DISTORTA
info: I Sintonia Distorta sono un quintetto lodigiano con vent’anni d’attività alle spalle. Lo scorso anno è uscito il primo album “Frammenti d’incanto”, un esordio in grande stile hard-progressive, che sa coniugare tensione ed energia rock a sonorità epiche e sinfoniche.
Inizio concerto ore 18

BARCLAYS TEATRO NAZIONALEpiazza Piemonte 12MILANO (MI)
YES
I leggendari Yes tornano in Italia con il nouvo tour europeo. Lo spettacolo prevede l’esecuzione integrale degli album “Fragile” e “Drama”. La formazione attuale vede Steve Howe (chitarra), Alan White (batteria), Billy Sherwood (basso), Geoff Downes (tastiere) e Jon Davison (voci).
Inizio concerto ore 21
Ecco i dettagli sui biglietti:
Poltronissima gold 92 euro
Poltronissima 74,75 euro
Poltrona 63,25 euro
I Galleria 46 euro
II Galleria 40 euro
Acquistabili su: http://www.ticketone.it/

LA CASA DI ALEX - LA CASA DEL ROCK PROGRESSIVO E DINTORNI- Via Moncalieri, 5 - Milano (MI)
MANDOLIN BROTHERS
Tessera associativa obbligatoria con validità annuale: 5 euro – ingresso 10 euro

AUDITORIUM MANZONI Via De’ Monari, 12 BOLOGNA (BO)
ELVIS COSTELLO
info: 051/2960864 (direzione) – 051/6569672 (biglietteria) - Fax 051/2759997 - info: www.auditoriumanzoni.it

CINEMA TEATRO PASUBIOvia Pietro Maraschin, 81SCHIO (VI)
EUGENIO FINARDI
info: 0445.531700

SERRAGLIOVia Gualdo Priorato 5, Milano (Ortica)MILANO (MI)
IAN PAICE

VILLAGGIO GLOBALEvia monte dei cocci 22, lungotevere testaccio 1ROMA (RM)
MODENA CITY RAMBLERS
info: 347/4131205 – 338/1378610 - 339/6124002 - info@vglobale.biz - www.vglobale.biz - www.facebook.com/villaggio.globale

LA FONDERIA MUSICALEvia Fiorina, 32VIGLIANO BIELLESE (BI)
TREVES BLUES BAND

TEATRO CITTA'Piazza della Vittoria, 29 - CAIRO MONTENOTTE (SV)
YO YO MUNDI

Le date di questo fine settimana sono talmente tante che non ce la faccio a spedirle tutte oggi, quindi per intanto mando queste che arrivano a sabato. Le altre seguiranno a brevissimo.
Ciao a tutti
Rossana